È giusto o è sbagliato lavorare di domenica?

lavoro domenicale

Il settore del commercio è in agitazione per le aperture selvagge. Oggi parliamo di Pasqua, domani saranno Natale e Santo Stefano, o Capodanno. Secondo un’analisi realizzata dall’Ufficio studi della CGIA e riferita al 2016, sono 4,7 milioni gli italiani che lavorano di domenica. 

Le liberalizzazioni del governo Monti consentono l’apertura anche 24 ore su 24 (esistono supermercati H24) tutti i giorni dell’anno. Una legge ancora in vigore nonostante in Parlamento si cerchi di cambiarla da almeno tre anni. Ok, il mondo va in quella direzione lì. Nemmeno i sindacati chiedono più la chiusura domenicale, ma piuttosto rivendicano una libertà di scelta e migliori condizioni salariali. Continue reading


Condividi:
Posted in Lavoro | Tagged , , , , | Comments

Auguri di buona Pasqua in poesia

auguri di Pasqua

La redazione di Mondo alla Rovescia augura a tutti i lettori una serena Pasqua. Vi auguro davvero di trascorrere queste feste circondati dall’affetto delle persone che sinceramente vi vogliono bene.

La colomba ci porti il sogno di una Pasqua, dove il calore del sole ci trasmette l’energia per costruire un mondo migliore, disposti a offrire un posto di pace a chi sfugge dalle guerre, con sentito amore.

Il suono delle campane diffonda il sogno di una Pasqua, fiorita dove si respira aria di primavera e le persone sono piene di speranza, con grande affetto sanno porre la mano agli anziani e ascoltare la loro saggezza.

Le stelle illuminino il sogno di una Pasqua, piena di luce, di relazioni di amicizia e di umanità, sempre disposti ad accogliere i poveri, per condividere il pane con loro in una sentita solidarietà.

Il cielo ci trasmetta il sogno di una Pasqua, creativa e costruttiva, per la natura ci sia impegno per amarla, per diventare custodi e non sentirsi padroni della nostra bella madre terra e di rispettarla.

L’universo ci porti il sogno di una Pasqua, piena di onestà, quella vera che ha l’abito ricco di umanità, che ci rende nella vita più liberi, pronti a offrire, il bene, un sorriso, agli ammalati con umana semplicità.

L’agnello ci doni il sogno di una Pasqua bella, dove prevalga sempre infinita bontà, investimento sicuro, con dolce armonia donare amore, una carezza ai bambini, per far sbocciare in loro la felicità.

L’uovo ci doni la sorpresa di una Pasqua di semina d’amore, svegliarsi all’alba con cuore aperto e generoso, pronti ad aiutare gli altri e a portare la Pasqua in ogni cittadino bisognoso.

Il mare ci trasmetta il sogno di una Pasqua di unione, d’impegno a piantare in ogni parte del mondo l’albero dei valori, quello che da frutti buoni in qualunque posto sia fatto crescere con amore.

Le montagne ci donino il sogno di una Pasqua solidale, dove le persone non siano giudicate, ma accettate le diversità, da persone con i loro bisogni e dalla loro dignità.

La Pasqua più bella sarà, dove gli uomini rispetteranno le persone con le loro meravigliose qualità, la dove manca il cibo non saranno più mandati strumenti di morte, le armi, ma pane da mangiare, con tanta umanità.

I fiori ci donino il sogno di una Pasqua di passione, dove ognuno di noi sa guardare oltre il colore dell’egoismo per aprirsi alle fragilità, di vedere le meraviglie dei colori della vita, dell’arcobaleno della pace e del grande valore della solidarietà.

Se questi sogni si avvereranno con il nostro impegno e responsabilità, per far trionfare la vita, il bene, allora ci sarà giustizia sociale e una bella Pasqua per tutta l’umanità.

Francesco Lena

Condividi:
Posted in Poesia | Tagged , | Comments

Il fallimento della scuola digitale

buona scuola digitale

Dall’introduzione delle LIM si erano create aspettative verso materiali didattici realmente digitali. Ma nella maggioranza dei casi il libro di testo digitale è costituito ancora da un file in formato pdf. Non un testo navigabile “nativo digitale” ma l’esposizione digitale del vecchio testo cartaceo. Continue reading

Condividi:
Posted in Italia alla Rovescia | Tagged , , , | Comments

Mondo 2030: 1,47 miliardi di persone in fuga verso la città

Un miliardo e mezzo di persone, entro il 2030, si sposterà dalle campagne alle città, provocando una estensione dei centri urbani di 1,5 milioni di km quadri, pari a Francia, Germania e Spagna messe assieme. Come uno tsunami. Una vera e propria fuga verso i grandi centri urbani alla ricerca del lavoro, del benessere e della qualità della vita ritenuta migliore. Continue reading

Condividi:
Posted in FuturMondo | Tagged , , , , | Comments

Immigrati rapiti, venduti e “spediti” come schiavi

schiavi in catene

Venduti come fossero schiavi. La denuncia è contenuta in un rapporto dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (Oim / Iom), che riporta le testimonianze di molte vittime della tratta. Una rete di migliaia di persone che gestiscono autentici mercati di schiavi. Continue reading

Condividi:
Posted in Attualità | Tagged , , , , | Comments

Giustizia flop: Processi lumaca, pochi giudici e troppi avvocati

giustizia italiana fa schifo

Giustizia italiana? Un disastro. Processi lunghi che scoraggiano il cittadino, e minano il rapporto di fiducia con la giustizia. Un sistema della giustizia inefficace e inefficiente che necessita urgentemente di una riforma. L’Italia è la bara del diritto. I dati parlano chiaro. Continue reading

Condividi:
Posted in Italia alla Rovescia | Tagged , , , | Comments

Robot e intelligenza artificiale con responsabilità civile e penale

esercito di robot

Chi è responsabile di un incidente con un’auto senza conducente? Chi proteggerà i dati personali immagazzinati dai robot? Chi paga per i danni provocati dall’intelligenza artificiale? Quali saranno gli effetti dell’automazione sul mercato del lavoro europeo? Queste sono soltanto alcune delle domande a cui la Commissione europea è chiamata a dare una risposta.

La quarta rivoluzione industriale sta portando l’affermarsi dell’Industria 4.0, basata sullo sviluppo della robotica, sull’interconnessione, sull’analisi dei dati e in generale sull’utilizzo delle nuove tecnologie. Si tratta di un mutamento graduale ma radicale della società che investirà tutti i settori dall’industria in senso stretto fino alla pubblica amministrazione con la perdita di milioni di posti di lavoro e la creazione di nuove figure professionali. Continue reading

Condividi:
Posted in FuturMondo | Tagged , , , , , | Comments