Un Robot per combattere gli incendi


Nel video Saffir al lavoro in una scena di un incendio sperimentale, ciò che colpisce e’ l’incredibile espressività del suo viso.

 

Il Naval Research Laboratory di Washington ha presentato Saffir, il primo robot pompiere in grado di intervenire in caso di incendio a bordo delle navi civili e militari e in tutte quelle zone disastrate troppo pericolose per gli esseri umani. Si tratta di un androide che riesce a muoversi agilmente tra gli spazi, interagendo con le persone che incontra attraverso l’applicazione di sofisticati algoritmi.

SAFFiR

Sa anche comprendere i comandi e rispondere con i gesti, durante gli interventi. Non appena Saffir (che sta per Shipboard Autonomous Firefighting Robot) avverte la presenza di fumo, può avvicinarsi a poca distanza dall’incendio, in piena autonomia. Il robot è dotato di sensori, rilevatori di gas e videocamere stereo all’infrarosso per vedere oltre la coltre di fumo. Può anche usare gli estintori, rimanendo stabile sugli arti inferiori ed equilibrando il proprio peso in condizioni di instabilità sulla nave. Per ora ha un’autonomia di soli 30 minuti, attualmente manca la reattività necessaria per aiutare in una vera emergenza, il robot e’ in fase di sviluppo.

Secondo gli scienziati che stanno dietro Saffir, particolare attenzione viene rivolta al miglioramento delle interazioni con gli esseri umani e la capacità del robot di riconoscere il modo in cui il fuoco si diffonde. E’ già in corso d’opera la realizzazione di una serie più avanzata. I primi test “sul campo” cominceranno a settembre del 2013.


Condividi:

Ti potrebbe anche interessare:

This entry was posted in FuturMondo and tagged , , . Bookmark the permalink.

About Claudio Rossi

“Ci sono uomini nel mondo che governano con l’inganno. Non si rendono conto della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono, gli inganni non funzionano più.” Google+