Pubblicità e azzardo: Boom su giornali e televisioni

Nonostante i divieti parziali introdotti con la Legge di bilancio 2016, previsti solo sulle televisioni generaliste e in limitate fasce orarie, è boom della pubblicità sull’azzardo.

Nel 2016 i soldi investiti sono infatti cresciuti del 39,6% rispetto al 2015, raggiungendo 71,6 milioni di euro contro i 51,3 milioni dell’anno precedente. Numeri molto più alti di tutti gli altri settori economici. È quanto emerge da uno studio del sito specializzato Agimeg su dati Nielsen. Continue Reading


Condividi:
0

Renzi in mano alle lobby dell’azzardo

Renzi-gioco-d'azzardo

È davvero tanto difficile scrivere una norma che dica: come per alcool e tabacco, anche per l’azzardo nessuna pubblicità o sponsorizzazione?

“Il governo sta preparando una bozza della delega fiscale che prevederà il divieto di pubblicità dell’azzardo dalle 16 alle 19 e nei programmi per minori. Ora, considerato che in questi spazi già non si fa pubblicità, in realtà non si sta vietando niente. Vengono salvati gli eventi sportivi… questo perchè è il momento di punta degli spot, ma sappiamo anche che gli eventi sportivi sono seguiti da tantissimi minori… Allora i minori o sono sempre soggetti da tutelare oppure non lo sono mai, non esiste che per salvaguardare gli interessi delle lobby e delle emittenti si consenta di bombardarli di spot durante gli eventi sportivi. Il sottosegretario Baretta ha paura che vietando la pubblicità ci saranno ricorsi in sede Europea, ma come abbiamo già evidenziato in Germania esiste già il divieto e la Corte di giustizia Europea ha confermato la libertà degli stati membri di limitare la pubblicità a piacimento. Se non sarà fatto, sarà solo per volontà politica e non per problemi tecnici. Ci duole constatare di nuovo che questo governo è totalmente in mano alle lobby dell’azzardo. Mentre proviamo a premere per cambiare questa delega fiscale, possiamo mettere pressione per fare in modo che in sede di rinnovo del contratto di servizio con la Rai venga imposto il divieto di pubblicità sul servizio pubblico”. Slotmob

Condividi: