2

I massoni al potere in Italia e nel mondo

massoneria

Se non sei massone non hai alcuna chance di arrivare al vero potere.

Le “Ur-Lodges”, sono superlogge massoniche sovranazionali che detengono un ferreo controllo sulle dinamiche di potere del mondo attuale e contemporaneo. Insomma, coloro che hanno in mano il destino del mondo. Vantano l’affiliazione di presidenti, banchieri, industriali e da loro dipendono le associazioni paramassoniche tipo la Trilateral Commission o il Bilderberg Group. Tutti i potenti del mondo, se ancora non lo sapete sono iscritti alla massoneria. Nomi e cognomi che trovate nel nuovo libro del Gran Maestro del Grande Oriente Democratico, Gioele Magaldi.

Il mondo, e l’Italia è governato dalle segretissime Ur-Lodges massoniche, delle quali farebbero parte:

Barack Obama, Angela Merkel, Vladimir Putin, Xi Jinping, Christine Lagarde, Francois Hollande, Wolfgang Schauble, Jean Claude-Trichet, Bill Clinton, Tony Blair, Mario Draghi, Giorgio Napolitano, Mario Monti, Fabrizio Saccomanni, Pier Carlo Padoan, Massimo D’Alema, Gianfelice Rocca, Domenico Siniscalco, Giuseppe Recchi, Marta Dassù, Corrado Passera, Ignazio Visco, Enrico Tommaso Cucchiani, Alfredo Ambrosetti, Carlo Secchi, Emma Marcegaglia, Matteo Arpe, Vittorio Grilli, Giampaolo Di Paola, Federica Guidi. Berlusconi, invece, avrebbe creato una Ur-Lodge personale, la Loggia del Drago.

“Per far inghiottire simili riforme idiote e antipopolari alla cittadinanza, la devi spaventare come si fa con i bambini. Altrimenti gli italiani, se non fossero stati dei bambinoni deficienti, non avrebbero accolto con le fanfare i tre commissari dissimulati che abbiamo inviato loro in successione: il fratello Mario Monti, il parafratello Enrico Letta, l’aspirante fratello Matteo Renzi”  questo il racconto di un supermassone delle Ur-Lodges dal libro Massoni di Magaldi.

Gioele MagaldiDalla sconfitta del nazifascismo alla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, spiega Magaldi, “dall’edificazione dell’Europa unita al crollo del comunismo, dalla globalizzazione al terrorismo islamico e alla crisi dell’eurozona, viene raccontata una feroce battaglia per l’egemonia planetaria. Una guerra spietata per promuovere o affossare la democrazia. Una competizione tra le Ur-Lodges neo-aristocratiche e quelle progressiste. Tutto questo viene per la prima volta esplicato in modo limpido dinanzi all’opinione pubblica italiana e mondiale grazie allo studio e alla ricognizione rigorosa, comparativa e orientata scientificamente, di migliaia di documenti conservati presso gli archivi privati delle più prestigiose e influenti Ur-Lodges del pianeta. Documenti, peraltro, fotocopiati e depositati dagli autori del libro presso alcuni importanti studi legali e notarili di Parigi, Londra e New York'”.

Altri massoni storici: John Locke (1632-1704), Isaac Newton (1642-1727), Jean «John» Theo¬philus Desaguliers (1683-1744), Montesquieu (1689-1755), Voltaire (1694-1778), Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), Giacomo Casa¬nova (1725-1798), Cagliostro (1743-1795), Cesare Beccaria (1738-1794), Benjamin Franklin (1706-1790), George Washington (1732-1799), Thomas Jefferson (1743-1826), Thomas Paine (1737-1809), Nicolas de Condorcet (1743-1794), Honoré Gabriel Riqueti de Mirabeau (1749-1791), Philippe Egalité (1747-1793), Jacques Brissot (1754-1793), Camille Desmoulins (1760-1794), Jean-Baptiste de Lamarck (1744-1829), Gilbert du Motier de La Fayette (1757-1834), Jacques Laffitte (1767-1844), Francisco de Miranda (1750-1816), Napoleone Bonaparte (1769-1821), nella sua fase filorepubblicana, Rafael del Riego (1784-1823), George Gordon Byron (1788-1824), Alessandro Ypsilanti (1792-1828), José de San Martin (1778-1850), Simón Bolívar (1783-1830), Aleksandr Sergeevic Puskin (1799-1837), Samuel Gridley Howe (1801-1876), William Lloyd Garrison (1805-1879), Ralph Waldo Emerson (1803-1882), Thaddeus Stevens (1792-1868), Charles Sumner (1811-1874), Benjamin Wade (1800-1878), William Cullen Bryant (1794-1878), Carl Schurz (1829-1906), Aleksandr Ivanovic Herzen (1812-1870), Giuseppe Mazzini (1805-1872), John Stuart Mill (1806-1873), Giuseppe Garibaldi (1807-1882), Jules Michelet (1798¬1874), il Pierre-Joseph Proudhon (1809-1865) della maturità, Louis Blanc (1811-1882), Victor Hugo (1802-1885), Lajos Kossuth (1802-1894), Charles Darwin (1809-1882), José Martí (1853-1895), Lev Nicolàevic Tolstòj (1828-1910), Giosuè Carducci (1835-1907), Max Weber (1864-1920), John Dewey (1859-1952), Leonard Hobhouse (1864-1929), Sigmund Freud (1856-1939), Theodore Roosevelt (1858-1919), Thomas Woodrow Wilson (1856-1924), Eduard Bernstein (1850-1932), George Bernard Shaw (1856-1950), Mustafa Kemal Ataturk (1881-1938), Gerard Swope (1872-1957), John Maynard Keynes (1883-1946), Franklin Delano Roosevelt (1882-1945), Mohandas Karamchand Gandhi detto «il Mahatma» (1869-1948), Aleksandr Fédorovic Kerenskij (1881-1970), George Orwell (1903-1950), Carl Gustav Jung (1875-1961), Albert Einstein (1879-1955), George Marshall (1880-1959), Clement Attlee (1883-1967), Harry Truman (1884-1972), William Beveridge (1879-1963), Charlie Chaplin (1889-1977), Angelo Giuseppe Roncalli divenuto Giovanni XXIII (1881-1963), Antonio de Curtis detto Totò (1898-1967), Martin Luther King (1929-1968), Meuccio Ruini (1877-1970), Federico Caffé (1914-1987), Karl Popper (1902-1994), Altiero Spinelli (1907-1986), Gunnar Myrdal (1898-1987), Paul Feyerabend (1924-1994), Harold Wilson (1916-1995), Thomas Kuhn (1922-1996), Robert William Komer (1922-2000), John Rawls (1921-2002), John Kenneth Galbraith (1908-2006), James Hillman (1926-2011), Arthur Schlesinger Jr. (1917-2007), Giuseppe «Pino» Abramo (1933-2014), Ivan Mosca (1915-2005), Franco Cuomo (1938-2007), Ted Kennedy (1932-2009), Antonio Giolitti (1915- 2010), Michele Raffi (1968-2013), Rosario «Rino» Morbegno (1930-2013), Carlo Maria Martini (1927-2012), Ernest Borgnine (1917-2012), Rita Levi Montalcini (1909-2012), Hugo Chavez (1954-2013), Nelson Mandela (1918-2013), Arnoldo Foà (1916-2014), Gabriel Garda Marquez (1927-2014).


Condividi:
0

Il piano massonico per la distruzione della Chiesa Cattolica

vaticano-massoneria

Visto il clamore e l’interesse suscitato da un mio recente Post in cui raccontavo la storia di un ex Massone morto in un incidente in bicicletta, un po’ sospetto, 17 giorni dopo aver rivelato che “il vero Dio dei massoni è Lucifero”, ho deciso di approfondire la questione Massoni-Chiesa-Lucifero. Dopo varie ricerche e suggerimenti dati dai vostri commenti ho scovato una lettera massonica datata 1962, del gran Maestro della Massoneria ai Vescovi cattolici massoni, in cui vengono elencati i 33 punti per distruggere la Chiesa Cattolica.

Dalla lettera è chiaro che i Massoni e gli Illuminati nutrono un forte odio e disprezzo verso Gesù Cristo e i suoi insegnamenti che ci hanno trasmesso i suoi apostoli. Ma perchè questo odio e disprezzo?

Perchè sia i massoni che gli Illuminati sono dal diavolo, sono sotto la potestà delle tenebre, e siccome hanno come obbiettivo la creazione di un nuovo ordine mondiale in cui gli uomini dovranno professare una unica religione (che secondo gli alti gradi della Massoneria è quella luciferina), e il Cristianesimo è un forte ostacolo alla realizzazione di questo loro progetto, in quanto per loro è pieno di pregiudizi, settarismo, e assurdità mostruose, allora hanno deciso di annullare il Cristianesimo, usandosi però della Chiesa stessa, quindi lavorando nell’ombra, senza dare all’occhio. E quindi che hanno fatto? Hanno creato o spinto a creare delle organizzazioni volte all’ecumenismo e propense al dialogo interreligioso, aiutandole anche finanziariamente, o appoggiandole in svariate maniere, ed hanno infiltrato nelle Chiese Evangeliche un pò per tutto il mondo dei loro emissari travestiti da pastori o predicatori, o hanno guadagnato alla loro causa dei pastori delle varie Chiese (solo in Italia i potenziali “infiltrati” sono più di 26mila). E costoro dovranno lavorare affinchè prevalgano i principi e gli obbiettivi della Massoneria, e come voi sapete tra i loro obbiettivi c’è l’ecumenismo con la Chiesa Cattolica Romana e la Chiesa Ortodossa, come anche il dialogo interreligioso con le religioni, per cercare di unire tutti assieme.

Trame oscure, cazzate farneticanti? Intanto leggetevi il “Piano massonico per la distruzione della Chiesa Cattolica” che riporto integralmente, reso noto da un prete francese che ha abiurato la sua appartenenza alla Massoneria e che egli seguiva quando faceva parte della setta. Rielaborate nel 1993 come piano progressivo per lo stadio finale. Tutti i massoni occupati nella Chiesa debbono accoglierle e realizzarle: Continue Reading

Condividi:
2

L’elenco scaricabile dei 26.410 nomi dei massoni italiani

elenco massoni italiani Nel 2009 suddivisi in tre edizioni della rivista “La voce delle voci”, furono pubblicati gli elenchi dei 26.410 iscritti alle Logge Massoniche italiane. Nomi noti e meno noti, tutti generalmente di estrazione borghese, con una prevalenza di medici, avvocati, liberi professionisti, ma anche funzionari pubblici ed imprenditori.

Negli elenchi, che non comprendono logge occulte nè le liste degli affiliati all’estero, sono presenti anche numerose donne, sia pur in percentuale minima rispetto agli iscritti di sesso maschile. La rivista dopo la pubblicazione degli elenchi dei massoni italiani ricevette minacce di ogni tipo, dalle querele a lettere minatorie passando per attacchi hacker che devastarono il sito web della rivista.

Portare alla luce gli elenchi dei massoni coperti significa far saltare gli equilibri occulti di potere che reggono il Paese. Questo è un estratto del comunicato stampa che la rivista pubblicò il 9 settembre 2008.

Conoscere i nomi degli iscritti alla Massoneria

Esiste un interesse pubblico a conoscere e rendere noti i nomi degli iscritti alla Massoneria? La storia del nostro Paese (e non solo), anche quella più recente, sta a testimoniare che conoscere l’elenco dei massoni italiani rappresenta un diritto democratico primario, non solo per la maggior parte degli italiani, che, ovviamente, non sono iscritti ad alcuna loggia massonica, ma anche per gli stessi confratelli, molti dei quali non conoscono per intero gli elenchi. 

Dallo spaccato dei 26.410 nomi dei massoni che la Voce ha pubblicato emerge una comunità assai vasta, di stampo prevalentemente borghese, particolarmente radicata in alcune città (Bologna, Firenze e tutta la Calabria dove Massoneria e ‘ndrangheta sono due facce della stessa medaglia).

Par di capire che, come in molte forme di associazionismo vasto, e ancor di più, se improntate alla segretezza dei nomi, esistono anche all’interno della Massoneria italiana gruppi in qualche modo dominanti. Tanto dominanti che probabilmente, quando i personaggi più in vista assurgono a cariche pubbliche elevate (in politica, magistratura o apparati economici), decidono di spostare i loro nomi in elenchi maggiormente riservati rispetto a quelle che comprendono i comuni mortali. Spesso si tratterebbe di Logge estere. 

Oltre al Grande Oriente d’Italia, che, secondo quanto dichiarato da Raffi, prevede 18.500 iscritti, sono comprese evidentemente diverse Obbedienze tuttora attive, come dimostra fra l’altro l’inclusione negli elenchi di numerose donne. A parte qualche semplice correzione di refuso sul nome di città o paesi, gli elenchi (che risultano aggiornati a dicembre 2007) vengono qui riportati nella loro stesura originale. Alcune anomalie nella sequenza o nelle date di nascita, che indichiamo col colore blu, sono allo stesso modo fedelmente riprodotte.

Nel 1992 la Voce pubblicò l’elenco degli iscritti alle Logge Massoniche della Campania. Quell’iniziativa venne riconosciuta come l’esercizio del diritto-dovere di cronaca non solo da diverse forze politiche e dalla magistratura, ma anche dai cittadini e da molti fra gli stessi iscritti alla Massoneria: quella parte animata da ideali autentici che, comunque la si pensi, va rispettata e tutelata. Gli stessi intenti ci inducono oggi a questa nuova pubblicazione.

Che potrà non andar giù a tutti coloro che cercano nella segretezza l’appiglio per carrierismo a scapito di chi non ha santi in paradiso, accordi sottobanco per appalti, scorciatoie per impunità giudiziarie. Fenomeni che sono evidentemente presenti nel Paese ben oltre la Massoneria, al punto che le prassi lobbystiche, una volta bandite, sono ora assurte a prassi di governo alla luce del sole.

Per approfondire: La mappa del controllo massonico

La Loggia Massonica

“Si considerano associazioni segrete, come tali vietate dall’articolo 18 della Costituzione, quelle che, anche all’interno di associazioni palesi, occultando la loro esistenza ovvero tenendo segrete congiuntamente finalità ed attività sociali ovvero rendendo sconosciuti, in tutto od in parte ed anche reciprocamente, i soci, svolgono attività diretta ad interferire sull’esercisio delle funzioni di organi costituzionali, di amministrazioni pubbliche, anche ad ordinamento autonomo, di enti pubblici anche ad ordinamento autonomo, di enti pubblici e anche economici, nonche’ di servizi pubblici essenziali di interesse nazionale”.

Per approfondire: Ex Massone muore dopo questa confessione shock

 

Elenco iscritti massoneria italia: Leggete e divulgate

Massoneria Elenco dei 26.410 Massoni Italiani

Guarda i video su Youtube contenenti gli elenchi dei 26.410 nomi dei massoni italiani:

Iscriviti alla nostra newsletter!
Lasciaci la tua mail per ricevere gratis le ultime notizie dal Blog
 

Restiamo in Contatto!

Condividi: