0

Cop21, la traduzione in italiano del discorso di Leonardo DiCaprio

L’accordo sul clima raggiunto alla Cop21 di Parigi è stato firmato ieri, alla presenza di oltre 170 Paesi, presso il Palazzo di Vetro dell’Onu a New York. Oltre ai capi di Stato, tra i quali mancava Barack Obama, impegnato nella visita a Londra e dunque sostituito a New York dal Segretario di Stato John Kerry (presente con la nipotina, simbolo delle generazioni future), era presente anche il celebre attore Leonardo DiCaprio. Proprio lui, con il suo discorso, ha preceduto la firma dell’intesa da parte dei Paesi presenti.

Sul palco, intervenendo in veste di messaggero Onu per il clima, il suo appello per la terra da salvare:

“Il mondo vi sta guardando. Voi siete l’ultima migliore speranza della Terra, noi vi chiediamo di proteggerla o tutti noi, tutte le creature viventi, saremo storia. A seconda di quello che farete voi sarete applauditi dalle future generazioni o sarete condannati. Potremmo avere onore e disonore: solo noi possiamo salvare o perdere l’ultima speranza della Terra. Il nostro pianeta non potrà essere salvato se non abbandoneremo le energie fossili. Il nostro compito è questo: voi siete l’ultima migliore speranza della Terra”.

Ecco la traduzione in italiano del discorso che Leonardo Di Caprio ha fatto alle Nazioni Unite al Summit sul clima. Continue Reading


Condividi:
0

Oggi e tutti i giorni Earth Day

La tutela dell’ambiente, della biodiversità e la mitigazione dei cambiamenti climatici sono imperativi sui quali dobbiamo impegnarci senza più esitazioni, tutti i giorni dell’anno e non solo in occasione della quarantaseiesima giornata mondiale della Terra. La difesa della Madre Terra, auspicata anche dall’Enciclica Laudato Si di Papa Francesco, è un impegno morale e una speranza per le future generazioni.

Il clima sta cambiando per colpa nostra. Questo cambiamento climatico sarà più rapido e più rilevante delle variazioni di temperatura occorse negli ultimi diecimila anni, ossia da quanto esiste la nostra civiltà.  I governi e le aziende stanno rispondendo con colpevole lentezza, come se il cambiamento climatico non rischiasse di mandare a pezzi  le fondamenta della civilizzazione umana e dell’economia. Oggi gran parte della comunità scientifica indica la soglia di rischio in 1,5°C: questo allerta è facilmente comprensibile se si pensa a tutti i fenomeni già in atto con l’attuale aumento che è di 0,8°C. Continue Reading

Condividi: