0

Le 20 spiagge più belle d’Italia dell’estate 2014

baia-infreschi-camerota

È Cala degli Infreschi la spiaggia più bella d’Italia 2014. Per il secondo anno il comune cilentano di Camerota si conferma vincitore de “La piu’ bella sei tu”, il contest di Legambiente lanciato sul web per eleggere la spiaggia più bella dell’estate. L’anno scorso, infatti, Camerota trionfò con “Cala Bianca”.

Il sondaggio ha anche evidenziato altre perle balneari, 20 paradisi sparsi lungo le coste del Belpaese. Dalla bella Punta Aderci di Vasto alla Spiaggia della Scalea in Calabria, sono state premiate anche le suggestive Dune di Sabaudia e la Baia del Silenzio a Sestri Levante in Liguria. Gli amanti della Sardegna possono trovare tre spiagge meravigliose in provincia di Nuoro: Cala Mariolu, Cala Luna e Bidderosa. Anche Bosa in provincia di Oristano si distingue con la bellissima Compoltitu. In Sicilia, oltre alla lampedusana Spiaggia dei Conigli, vale la pena visitare Cala Faraglione a Levanzo e, sempre nel trapanese, le calette della Riserva dello Zingaro. Si distinguono poi le località di Cannelle all’Isola del Giglio e Colle Lungo al Parco della Maremma. In Toscana è particolarmente apprezzata anche la spiaggia di Sansone a Portoferraio (LI). Vegetazione fitta e aree di interesse paleontologico promette Porto Selvaggio nel Salento, dove viene premiata anche Marina di Pescoluse. Sempre in Puglia, ma nel foggiano, riceve molti apprezzamenti anche la Baia delle Zagare. Risalendo l’Adriatico, vale la pena fermarsi nelle Marche, e tra le spiagge di Ancona visitare Mezzavalle. In Campania, oltre alla vincitrice, entra nella lista delle preferite dal popolo della rete anche Palinuro con la spiaggia di Buondormire.

“Anche quest’anno con La più bella sei tu abbiamo voluto far emergere quali sono le spiagge del cuore degli italiani” dichiara Sebastiano Venneri, responsabile mare di Legambiente . “In alcuni casi si tratta di aree di diffuso interesse, altri sono posti difficili da scovare e da raggiungere. Ogni luogo ha la sua peculiarità, ma tutti si distinguono per la loro bellezza. Abbiamo infatti deciso di porre l’accento sull’elemento estetico, anche perchè spesso la qualità paesaggistica è il risultato di un’attenta conservazione, ottima tutela ambientale e legalità”.

Legambiente ha selezionato le spiagge incrociando le preferenze del web, che per oltre due mesi ha potuto votare la sua spiaggia sul sito e la pagina Facebook dell’associazione, con i dati de “Il mare più bello, la nuova Guida Blu 2014″. I risultati ottenuti sono stati confrontati con il parere di una giuria di esperti. Le spiagge più votate saranno premiate il 16 agosto a Rispescia (Gr), nell’ambito della 25esima edizione di Festambiente, il festival nazionale di ecologia, solidarietà e bellezza di Legambiente.

Ecco le 20 spiagge più belle d’Italia, consigliate da Legambiente per l’estate 2014:

  • Cala degli Infreschi – Camerota – Salerno (1° la più votata del web) – CAMPANIA

La spiaggia, raggiungibile via mare o con i sentieri di trekking immersi nella macchia mediterranea, rappresenta una delle insenature di particolare bellezza e di straordinaria valenza naturalistica della costa tirrenica meridionale. La Baia Porto degli Infreschi si presenta come una naturale insenatura ad arco, una spiaggetta delimitata e sovrastata da scogliere rocciose, entro cui si racchiude un limpidissimo mare dalle diverse tonalità.

  • Buondormire – Palinuro – Salerno – CAMPANIA

La Spiaggia del Buon Dormire è davvero un luogo prezioso e “fuori dal mondo”. Si raggiunge soltanto via mare e presenta gradazioni dell’acqua dal blu al verde smeraldo. Il contesto paesaggistico complessivo è delizioso: sotto al manto roccioso costellato di ulivi pisciottani e macchia mediterranea domina la spiaggia di sabbia dorata che fronteggia l’isolotto del Coniglio, così chiamato proprio per la bizzarra forma.

  • Punta Aderci – Vasto – Chieti – ABRUZZO

La Riserva Naturale di Punta Aderci è senza dubbio uno dei tratti di costa più belli dell’Abruzzo grazie a una natura incontaminata e selvaggia. Il mare è limpidissimo ed è ideale per bagni e immersioni. Arbusti tipici della macchia mediterranea sono presenti in tutta l’area, mentre è Punta Penna (una delle spiagge all’interno della Riserva ) a rappresentare un esempio unico di ambiente con la più attiva dinamica di deposizione ed edificazione dunale.

  • Spiaggia della Scalea – S. Domenica di Ricada – Vibo Valentia – CALABRIA

La Spiaggia della Scalea, incastonata tra le spiagge di Riaci a nord e Formicoli a sud, è prevalentemente rocciosa con tratti di sabbia bianchissima e si estende per circa 1 km. È raggiungibile dalla frazione di Santa Domenica di Ricadi, attraverso una scalinata posta a 200 metri dal centro del paese. La Spiaggia della Scalea è posta ai piedi di un costone di arenaria alto circa 100 metri, la cui morfologia ricorda i paesaggi costieri irlandesi, con il risultato di un paesaggio indubbiamente suggestivo. I fondali di colore turchese sono ricchi di flora e fauna marina.

  • Baia del Silenzio – Sestri Levante – Genova – LIGURIA

La Baia del Silenzio si stende a sud di Sestri Levante, con la spiaggia incorniciata da case in tinta pastello e animata dalle barche dei pescatori. Sabbia fine e mare pulito, la Baia del Silenzio si apprezza al massimo la mattina presto o la sera al tramonto, quando la dimensione più intima ne fa cogliere la magia.

  • Dune di Sabaudia – Sabaudia – Latina – LAZIO

La Spiaggia vanta ancora oggi magnifiche dune che si sviluppano per circa 25 km tra il lido di Latina e torre Paola e separano quattro laghi costieri (Fogliano, Monaci, Caprolace, Paola) dalle acque del Tirreno. Lungo le sponde si trova una rigogliosa vegetazione mediterranea dominata da ginepro, mirto e lentisco.

  • Mezzavalle – Ancona – Ancona – Marche

Tra le più ampie ed estese del Conero, nonché tra le meno antropizzate, Mezzavalle è una lunga spiaggia incorniciata dalla vegetazione rigogliosa delle rupi a nord del monte. Il Conero con la sottostante baia di Portonovo da una parte e le rupi aspre del Trave con lo scoglio omonimo dall’altra, fungono da suggestivo scenario.

  • Marina di Pescoluse – Salve – Lecce – Puglia

Marina di Pescoluse è una spiaggia di soffice sabbia chiara lunga un paio di chilometri, orlata da formazioni dunali e da canneti, caratterizzata da un imponente litorale dotato sia di servizi turistici che di spiagge libere. Il mare è molto bello, turchese, cristallino e straordinariamente trasparente, con fondali digradanti ideali per la balneazione dei bambini.

  • Porto Selvaggio – Nardò – Lecce – PUGLIA

La fatica della passeggiata è ripagata dallo scenario: una fitta vegetazione a pino d’Aleppo e macchia a ginestra e lentisco risale le pendici, mentre rare rupicole come la campanula pugliese e il kummel di Grecia fanno capolino sulle rocce più impervie. Di grande interesse paleontologico sono i numerosi siti che si trovano lungo la baia di Uluzzo.

  • Baia delle Zagare – Mattinata – Foggia – PUGLIA

A poco più di dieci km da Mattinata, la Baia delle Zagare prende il nome dagli omonimi profumatissimi fiori. Caratteristica indiscussa della Baia delle Zagare, dalla spiaggia di chiara ghiaia, sono i due faraglioni che emergono dal mare cristallino, di tale bellezza e rinomati da essere considerati uno dei simboli naturalistici del Parco Nazionale del Gargano e della Puglia tutta.

  • Cala Mariolu – Baunei – Nuoro – SARDEGNA
  • Cala Luna – Dorgali – Nuoro – SARDEGNA
  • Bidderosa – Orosei – Nuoro – SARDEGNA
  • Compoltitu – Bosa – Oristano – SARDEGNA
  • Lo Zingaro – San Vito Lo Capo – Trapani – SICILIA
  • Spiaggia dei Conigli – Lampedusa – Agrigento – SICILIA
  • Cala Faraglione – Levanzo – Trapani – SICILIA
  • Cannelle – Isola del Giglio – Grosseto – TOSCANA
  • Colle Lungo – Parco della Maremma – Grosseto – TOSCANA
  • Sansone – Portoferraio – Livorno – TOSCANA

Condividi: