0

L’anno che verrà: Buon 2019


Warning: sizeof(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/claudi45/public_html/wp-content/plugins/ad-injection/ad-injection.php on line 824

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/claudi45/public_html/wp-content/plugins/ad-injection/ad-injection.php on line 831
L'anno che verrà

Manca poco all’inizio del nuovo anno. Cosa c’è di meglio che finire, e iniziare, un anno con una bella novella? L’anno che verrà è un seme di vita!

Continue Reading

Condividi:

Vi auguro

Vi auguro sogni a non finire
la voglia furiosa di realizzarne qualcuno
vi auguro di amare ciò che si deve amare
e di dimenticare ciò che si deve dimenticare
vi auguro passioni
vi auguro silenzi
vi auguro il canto degli uccelli al risveglio
e risate di bambini
vi auguro di resistere all’affondamento,
all’indifferenza,
alle virtù negative
della nostra epoca.
Vi auguro soprattutto
di essere voi stessi.

Jacques Brel

Condividi:

Un 2016 alla Rovescia

Auguro a tutti i lettori del Blog un sereno e fortunato 2017. Sarà l’anno zero per il pianeta. Come da tradizione chiudiamo l’anno attraverso i 10 articoli più letti del 2016. Un anno vissuto, come al solito, in un Mondo alla Rovescia. Grazie di cuore a tutti. Addio 2016, benvenuto 2017! Caro 2017 confidiamo tutti in te quindi vedi che puoi fare. Claudio Rossi Continue Reading

Condividi:

Povero Natale

Questo è il Natale più povero degli ultimi 20 anni. Consumi ridotti, disoccupazione da record, meno di 200 euro di spesa in media per i regali. Un Natale scarno e austero per milioni di italiani. Basta guardarci in giro, si tocca con mano. Un Natale che ha esaurito tutti i buchi della cinghia.

Buon Natale alle tantissime famiglie che trascorrono senza dubbio il peggior Natale degli ultimi decenni. Buon Natale a chi spera e crede che questo sia l’ultimo degli anni sempre più bui e l’inizio di tanti Natali sempre più sereni. Tanta felicità a tutti i lettori del Blog. Auguri a tutti noi, vi lascio un “amuleto” particolare per un anno pieno di fortuna e prosperità:

Un tempo i contadini tenevano un grappolo d’uva bianca a seccare in soffitta e mangiavano quello a Natale o a Capodanno. Quei chicchi erano il simbolo della speranza, della sobrietà e della lungimiranza.

Ecco è il vero senso del Natale.

Condividi: