0

Quali sono i Paesi dove si divorzia di più?

Paesi dove si divorzia di più

San Valentino è alle porte. A molte persone piace credere che il loro rapporto durerà per sempre. Ma potrebbero sbagliarsi di grosso. La “famiglia”, è in piena crisi.

L’OCSE ha diffuso una serie di dati che mostrano quanto siano diventati frequenti i divorzi, soprattutto in alcuni paesi occidentali.

Siete curiosi di scoprire chi guida la classifica dei paesi con più divorzi? 

Divorzio nel mondo

I divorzi sono ormai una realtà consolidata in tutto il mondo, non solo nelle repubbliche occidentali.

Oggi solo due paesi al mondo, Filippine e Città del Vaticano, non possiedono nei loro ordinamenti una procedura civile per il divorzio.

Scopriamo quali sono i paesi in cui i matrimoni durano meno.

Da leggere: Per aiutare la famiglia l’Italia spende solo l’1,5% del Pil

I 10 paesi con il tasso di divorzi più alto del mondo

Sorprendentemente, i più alti tassi di divorzio del mondo non si trovano negli Stati Uniti, ma in Europa.

divorzio nel mondo

In Belgio il 71% dei matrimoni finisce con un divorzio. In Portogallo, Spagna, Lussemburgo, Repubblica Ceca e Ungheria, il tasso di divorzio supera il 60%.

In Francia e negli Stati Uniti è superiore al 50%. L’Italia si ferma al 25%.

  1. BELGIO (tasso di divorzio 71%)
  2. PORTOGALLO (tasso di divorzio 68%)
  3. UNGHERIA (tasso di divorzio 67%)
  4. REPUBBLICA CECA (tasso di divorzio 66%)
  5. SPAGNA (tasso di divorzio 63%)
  6. LUSSEMBURGO (tasso di divorzio 60%)
  7. ESTONIA (tasso di divorzio 58%)
  8. CUBA (tasso di divorzio 56%)
  9. FRANCIA (tasso di divorzio 55%)
  10. STATI UNITI (tasso di divorzio 53%)

Dati alla mano, non c’è da stupirsi, quindi, se l’industria del divorzio negli ultimi anni è diventata un vero e proprio business prolifico. Un grande affare con alti costi economici e sociali. 


Condividi:

Claudio Rossi

“Ci sono uomini nel mondo che governano con l’inganno. Non si rendono conto della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono, gli inganni non funzionano più.” Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.