0

Nel 2050 età pensionabile a 70 anni, lavorare di più per avere di meno

età pensionabile

In pensione a 67 anni dal 2019 e quasi a 70 nel 2050, 69 anni e 9 mesi per essere precisi. L’obiettivo è aumentare sempre di più l’età pensionabile per garantire la sostenibilità finanziaria a medio termine del sistema previdenziale.

È questo lo scenario messo in evidenza ieri dal presidente dell’Istat Giorgio Alleva durante un’audizione in Commissione Affari Costituzionali alla Camera, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge recanti modifiche all’articolo 38 della Costituzione per assicurare l’equità nei trattamenti previdenziali e assistenziali.

Il presidente dell’Istat ha sottolineato che l’accesso al trattamento pensionistico si sposterà sempre più avanti: “Dai 66 anni e 7 mesi, in vigore per tutte le categorie di lavoratori dal 2018, si passerebbe a 67 anni a partire dal 2019, quindi a 67 anni e 3 mesi dal 2021. Per i successivi aggiornamenti, a partire da quello nel 2023, si prevede un incremento di due mesi ogni volta. Con la conseguenza che l’età pensionabile salirebbe a 68 anni e 1 mese dal 2031, a 68 anni e 11 mesi dal 2041 e a 69 anni e 9 mesi dal 2051”.

Sempre che la vita media degli italiani continui a crescere come ha fatto, senza soluzione di continuità, dal Dopoguerra a qualche tempo fa. Peccato che nel 2015 l’aspettativa di vita è addirittura diminuita: scesa a 80,1 anni da 80,3 del 2014 per gli uomini e a 84,7 anni (da 85) per le donne. Ma la tesi del governo è che, sicuramente, le aspettative di vita del 2016 torneranno a crescere. Insomma Il governo, a prescindere dai dati, ci allunga la vita e l’eta pensionabile. Non siamo ancora alla pazza idea del Giappone, lavorare fino a 85 anni, ma poco ci manca. Al lavoro fino alla morte, ed il problema pensioni è risolto.

Se l’Italia non ha toccato il fondo è perché ci sono stati nonni e genitori che, grazie alle pensioni, hanno dato a figli e nipoti i soldi per pagare l’affitto o il mutuo. Un domani ciò non sarà più possibile. Ce n’è a sufficienza per essere angosciati.


Condividi:

Claudio Rossi

“Ci sono uomini nel mondo che governano con l’inganno. Non si rendono conto della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono, gli inganni non funzionano più.” Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *