Libero e felice

Libero e felice

« Quando si arriva al mare – dice Chiara
non piace stare sotto l’ombrellone,
bello è tuffarsi nella sabbia calda
e poi nell’acqua fresca ».
Amico dice « Correre è più bello ».
« Perché è più bello correre»?
« Mi piace correre –
dice Daniela – ma non so perché ».
« Andare in bicicletta
a vedere campi e montagne,
paesaggi che non ho mai visto ».
« Per vedere paesaggi nuovi
è meglio andare a piedi ».
« In bicicletta ci si stanca meno
e ci si sente più liberi ».
« A me piacerebbe guidare la moto ».
« Se sono in velocità, finché la regolo mi piace
ma se guida un altro
e non sono sicuro, non mi piace ».
« La bicicletta piace nuova nuova
poi non piace più tanto:
mi sentivo in paradiso
quando era nuova la mia bicicletta ».
« Quando si arriva in cima a una discesa,
scendendo, l’aria piace ».
« Certe volte si spende molti soldi per correre
uno vuole andar forte per vantarsi ».
« A correr troppo non si vede niente».
« Anche ai piccoli cani, quando i bambini corrono
piace correre con loro ».
« Anche le rondini giocano nel cielo
con le rondini amiche:
sotto il nostro balcone
c’è un nido e quando volano
scendono in curva con le ali aperte
e risalendo poi, sono felici ».
« lo credo di capire quando volano per spostarsi
o per giocare, per felicità ».
« Perché, dunque, è bello correre?»
« Quanto più uno è libero, più è felice ».
« Si è felici, quando si può correre ».
« Si corre quando si è felici ».
« I pesci, a guardarli sott’acqua
non sembrano contenti come le colombe e le rondini ».

Danilo Dolci


POESIA di Danilo Dolci


Condividi:

Ti potrebbe anche interessare:

This entry was posted in Poesia and tagged , . Bookmark the permalink.

About Claudio Rossi

“Ci sono uomini nel mondo che governano con l’inganno. Non si rendono conto della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono, gli inganni non funzionano più.” Google+