Il telefono rosso di Hitler messo in vendita

È stato messo in vendita il telefono di Adolf Hiltler, usato dal Fuhrer in tempo di guerra per dare ai propri soldati le direttive per combattere la guerra e per uccidere milioni di ebrei nei campi di concentramento. La storia di quel telefono, che ha inciso sul retro il nome di Hitler, un’aquila nazista, e una svastica, ha viaggiato lungo 71 anni.

L’oggetto appartiene a un maggiore ora 82enne Ranulf Rayner che l’ha ereditato nel ’77 dal padre Ralph Rayner brigadiere inglese. Rayner ha dichiarato di volersene liberare per sentirsi più sollevato.

La vendita all’asta dell’apparecchio, che avverrà il 19 febbraio, potrebbe raggiungere quasi 400mila sterline (circa 450mila euro). La base d’asta sarà di 28 mila dollari, circa 26 mila euro. Tra le ultime telefonate del dittatore, c’è anche quella fatta per uccidere suo cognato, il generale Hermann Fegelein, accusato di alto tradimento.


Condividi:

Claudio Rossi

“Ci sono uomini nel mondo
che governano con l’inganno.
Non si rendono conto
della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono,
gli inganni non funzionano più.”
Google+