Il Pensiero Unico Vaccinale

Ignacio Ramonet, dottore in Semiologia e Storia Della Cultura presso l’École des hautes études en sciences sociales (EHESS) di Parigi e responsabile della cattedra di Teoria Della Comunicazione presso l’Università Paris VII, Denis-Diderot, consulente per l’ONU, attualmente insegna presso la Sorbona di Parigi, cofondatore dell’Organizzazione Non Governativa Media Watch Global (Osservatorio Internazionale sui Mezzi di Comunicazione) della quale è presidente, è stato tra i promotori del Forum Sociale Mondiale (FSM) di Porto Alegre. Con un editoriale su Le Monde Diplomatique del 1995 ha coniato il termine di “Pensiero Unico:

… Cresce, nelle attuali democrazie, il numero dei cittadini liberi che si sentono invischiati, impaniati da una specie di dottrina gelatinosa che insensibilmente avviluppa qualsiasi ragionamento ribelle, lo inibisce, lo confonde, lo paralizza fino a soffocarlo: il pensiero unico, il solo autorizzato da un’invisibile e onnipresente polizia dell’opinione. Dopo la caduta del muro di Berlino, il crollo dei regimi comunisti e la demoralizzazione del socialismo, il nuovo Vangelo ha raggiunto un tale grado di arroganza, di boria e di insolenza che di fronte a un simile furore ideologico non è esagerato parlare di dogmatismo moderno.

antivaccinistiChe cos’è il pensiero unico? E’ la trasposizione in termini ideologici, che si pretendono universali, degli interessi di un insieme di forze economiche, e specificamente di quelle del capitale internazionale; ed è stato, per così dire, formulato e definito fin dal 1944 in occasione degli accordi di Bretton Woods. Le sue principali fonti sono le grandi istituzioni economiche e monetarie la Banca mondiale, il Fondo monetario internazionale, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, l’Accordo generale sulle tariffe doganali e sul commercio, la Commissione europea, le banche centrali ecc. … E infine, un po’ dovunque, docenti di economia, giornalisti, saggisti, uomini politici si richiamano ai principali comandamenti di queste nuove tavole della legge, e attraverso i grandi mezzi di comunicazione di massa li ripetono a sazietà, ben sapendo che nelle nostre società mediatizzate la ripetizione equivale alla dimostrazione 

Ebbene, il Pensiero Unico Vaccinale non sfugge a questo modello di base che nasce nel campo economico e che può essere facilmente estrapolato verso quello sanitario: i grandi poteri forti – in questo caso sono le multinazionali del farmaco – hanno enormi interessi nello sviluppo e nella diffusione dei vaccini. I loro profeti e i loro sacerdoti, impegnati nella diffusione del verbo vaccinale, li conosciamo già. Perfino il cardinale Bagnasco nella prolusione dell’ultimo Consiglio permanente della CEI ha usato parole forti sul “totalitarismo del pensiero unico che decide che cosa esista e che cosa no; di che cosa si può parlare e di che cosa è proibito discutere, pena la pubblica gogna”. Il pensiero unico è un impostazione mentale ed espressiva che dal campo economico è passata a quello delle scienze umane e della mentalità dominante e contesta ferocemente chi manifesta ogni perplessità al riguardo. Del Pensiero unico ha parlato anche Papa Francesco, il 16 novembre 2015, durante la Santa Messa del mattino a Casa Santa Marta, affermando: “Il pensiero unico distrugge l’identità cristiana”.

(Fonte comilva)


Condividi:

Claudio Rossi

“Ci sono uomini nel mondo che governano con l’inganno. Non si rendono conto della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono, gli inganni non funzionano più.” Google+