Il Grande Sud degli impresentabili

Il Fatto Quotidiano

Immagine Il Fatto Quotidiano

Berlusconi dice che è una specie di “Lega del Sud”. Dopo aver sponsorizzato una pattuglia di liste e listine (da Samorì a Catone, da Sgarbi a La Russa) per aggirare buchi di consenso e par condicio, ora si è inventato l’ennesimo contenitore dove infilare candidature: scomode sì, ma cariche di voti. Gianfranco Miccichè, deus ex machina delle truppe di Grande Sud, è già in brodo di giuggiole: “Un sondaggio recente ci stima tra il 3 e il 5 per cento. È un progetto che va avanti e va avanti bene. Sono sicuro che avremo un buon risultato”. Ieri, il siciliano fedelissimo di Dell’Utri ha riunito i compagni di avventura nella sede del Pdl, in via dell’Umiltà. Tre ore con il governatore calabrese Giuseppe Scopelliti e il campano Stefano Caldoro e poi “new entry” come il deputato Raffaele Fitto, il girovago Clemente Mastella e Renata Polverini, fresca di tracollo della regione Lazio. Le liste si compongono ora dopo ora: le coordina Denis Verdini, che non è della partita ma sovrintende la bad company dalla casa madre pidiellina. Ancora stallo sui nomi, ma certamente Grande Sud servirà a recuperare i nomi degli impresentabili a cui Berlusconi non può dire no: Dell’Utri e Cosentino, in testa, ma anche uomini di Sergio De Gregorio con cui l’ex premier aveva sottoscritto un patto elettorale: dopo che il Senato ha bocciato il suo arresto, l’ex direttore de “l’Avanti” di Lavitola, ha promesso di rinunciare alla politica ma in cambio vuole scegliere almeno una manciata dei prossimi eletti. Ci saranno anche degli ex Responsabili come Elio Belcastro, Arturo Iannaccone e Aurelio Misiti. Sul sito di Adriana Poli Bortone, colonna del Sud al Senato, si legge che “il clima politico generale, ancora una volta, smuove le acque tiepide del dopo-festività natalizie. Muoversi per perdere i kg di troppo? – si domandano -. Magari sì, e magari organizzando il futuro politico del paese”. Per guidarlo Micciché ha pensato all’ex ministro Antonio Martino: “Io l’ho chiamato, intanto. Ma la sua è solo un’ipotesi”. Le altre no.

(Marco Lillo – Il Fatto Quotidiano)


Condividi:

Ti potrebbe anche interessare:

This entry was posted in Politica and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

About Claudio Rossi

“Ci sono uomini nel mondo che governano con l’inganno. Non si rendono conto della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono, gli inganni non funzionano più.” Google+