0

Ecco i prodotti agricoli più coltivati al mondo

prodotti agricoli più coltivati

Canna da zucchero e banane sono i prodotti agricoli più coltivati al mondo. A dirlo è il rapporto annuale della FAO (su dati del 2014). “L’aumento dei salari e l’urbanizzazione stanno cambiando la dieta globale, che oggi è più ricca di proteine, grassi e zuccheri” scrive la FAO nel suo report.

La produzione dello zucchero è l’industria più estesa e più lucrativa del mondo

Nella categoria “crops”, ovvero le coltivazioni destinate al consumo umano, la canna da zucchero con un raccolto da 1,8 miliardi di tonnellate all’anno svetta in cima alla classifica. Al secondo posto il mais con un raccolto di 1 miliardo di tonnellate, a seguire riso (745 milioni), grano (713 milioni) e patate (368 milioni).

Da leggere: Le 10 verità sul Made in Italy agroalimentare

Il Brasile al primo posto tra i produttori di canna da zucchero

Il Brasile è il più grande produttore di canna da zucchero del mondo, con una produzione media di circa 600 milioni di tonnellate all’anno. Viene coltivata in grande quantità, per la produzione chiaramente alimentare dello zucchero di consumo (il killer della salute), ma anche per la produzione di etanolo, che nel paese ha registrato all’inizio del decennio (2011) un utilizzo come carburante comparabile (e secondo alcune fonti superiore) a quello della benzina. L’India e la Cina rispettivamente al secondo e terzo posto.

Da leggere: Metanolo il carburante del futuro

La banana, il frutto più coltivato al mondo

Il frutto più coltivato al mondo, sempre secondo i dati raccolti dalla FAO, è la banana con 114 milioni di tonnellate raccolte nel 2014. Subito dopo ci sono le angurie con 111 milioni di tonnellate. Al terzo posto (il secondo, se ci si attiene ai parametri FAO che considera il cocomero un ortaggio anziché un frutto), ci sono le mele (84 milioni), poi l’uva (74,5 milioni) e le arance con 70 milioni di tonnellate.

La banana è uno dei frutti più popolari al mondo e viene coltivata in gran parte del mondo, con piantagioni in almeno 107 Paesi. Per milioni di persone nei paesi in via di sviluppo, la banana costituisce anche una importante fonte di nutrimento giornaliero, tra il 15 e il 27% della dieta quotidiana).

Da leggere: La black list dei cibi più contaminati

Una banana su 5 coltivata in India

L’India è il maggiore produttore mondiale: qui si produce quasi una banana su 5 di tutte quelle prodotte al mondo. Il secondo maggiore produttore sono le Filippine, che producono il 7% del volume mondiale.

America Latina e Caraibi sono i maggiori esportatori. L’Europa è di gran lunga il maggiore compratore. Solo nel nostro Paese ne mangiamo in media 10,5 chili all’anno a testa.

Da leggere: Ecco cosa mettono gli italiani nel carrello


Condividi:

Claudio Rossi

“Ci sono uomini nel mondo che governano con l’inganno. Non si rendono conto della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono, gli inganni non funzionano più.” Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *