Stadi italiani sempre più vuoti e obsoleti

Spettatori in fuga (-9,8% rispetto al campionato 2008-2009), tassi di riempimento (55%) molto più bassi che in Germania (92%) e Inghilterra (94%). Ma il calcio è ancora lo sport più amato dagli italiani.

Il Censis ha pubblicato una ricerca dal titolo “Stadi belli e ben gestiti per rilanciare il calcio”, uno studio che sottolinea come l’attrattività degli impianti della serie A italiana è piuttosto bassa, se si considera il gran numero di appassionati che amano e seguono il calcio in Italia. Continue Reading


Condividi:

Effetti Brexit: Calcio, politica ed economia si intrecciano

23 giugno 2016, la Gran Bretagna esce dall’Unione Europea. Questo è quanto ha sancito il referendum del popolo, per un processo che in verità sarà molto più lungo di quanto i titoli non dicano. Serviranno almeno altri due anni affinché gli effetti della Brexit si concretizzino nella loro totalità, ma qualcosa di grande è successo e cambierà per sempre il destino della Gran Bretagna in relazione ai rapporti politici, economici e commerciali col resto del Vecchio Continente. Inevitabile, di conseguenza, che anche il mondo del calcio possa subire pesanti influenze da codesta decisione. Continue Reading

Condividi:

Lettera choc di un giovane calciatore italiano: “Lascio il calcio. Ecco perché”

filippo-cardelli

Pubblichiamo integralmente la lettera di un calciatore di 18 anni che ha deciso di smetterla con il calcio, “sentendosi straniero in Italia”. Lui è Filippo Cardelli, promettente giocatore della Primavera della Lazio. Il primo a rompere il muro del silenzio che aleggia nel mondo del calcio. Filippo ha aperto uno scenario destinato a scoperchiare tante cose. Mentre i campioni delle Serie A guadagnano cifre importanti, che consentono loro di vivere tra i lussi, l’esperienza di Filippo dimostra come le cose siano ben diverse nel settore giovanile. Parole forti, dure. Parole che fanno riflettere. Continue Reading

Condividi:

I calciatori più pagati al mondo

Cristiano Ronaldo-Messi

La rivista economica Forbes ha pubblicato la lista dei venti calciatori più pagati al mondo. Nei primi 20 non c’è nessun italiano nè calciatori di squadre del Bel Paese. In testa, ci sono Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. Quest’ultimo è il giocatore professionista più ricco del mondo del calcio, con un ricavo annuale di 79 milioni contro i 70 milioni del campione argentino. Continue Reading

Condividi:

Serie A fallita: Un crac da 365 milioni

serie A-debiti

Perdite totali club di Serie A 2015: 365 milioni nel 2014-­15, nel 2013-­14 erano 220. Si tratta del passivo complessivo record dal 2005-2006 a oggi. In dieci anni bruciati più di 2 miliardi. Lo riporta La Gazzetta dello sport in una ampia inchiesta in cui affronta lo stato di salute delle varie società. Un sistema sempre più malato tra crisi di liquidità, antichi vizi, società indebitate e che dipendono dalle banche.

Dodici società su diciannove, Parma escluso, hanno chiuso l’ultimo bilancio in rosso. A guidare la classifica poco virtuosa dei bilanci in rosso c’è l’Inter di Thohir (-140,4 milioni). Il Milan ha chiuso al 31 dicembre 2014 con -91,3. Poi Roma (-41,3), Fiorentina (-37) e Genoa (-26,1). Il Napoli è in rosso per la prima volta dopo otto anni.

“Gli altri corrono, crescono a ritmi vertiginosi, spendono e spandono; noi ci siamo avvitati in un sistema immobile e opaco, refrattario ai grandi capitali esteri come del resto il Paese, e nel maldestro tentativo di rimontare abbiamo perso la bussola” si legge nell’articolo che fotografa una situazione nota.

La FIGC è preoccupata in vista del Fair Play Nazionale che dal 2018-19 imporrà il pareggio di bilancio. Chi non riuscisse a farcela vedrebbe porsi scenari inquietanti: o ricapitalizzazione o cessione di giocatori oppure, dal 2017, blocco del calciomercato e diniego dell’iscrizione alla Serie A.

La domanda nasce spontanea: perché il Parma è fallito e l’Inter e il Milan no?

Condividi: