0

Sondocrazia e Politica: Si ragiona per sondaggi non per voti

sondocrazia

Negli ultimi anni siamo passati dalla tecnocrazia e “videocrazia” berlusconiana alla “Sondocrazia“. Una falsa democrazia in cui le cose da fare non coincidono con quelle migliori per il Paese ma con quelle desiderate mediante sondaggi dalla maggioranza dell’opinione pubblica.

Programmare in un arco lungo, iniziando con decisioni eventualmente impopolari, diventa difficilissimo. Continue Reading


Condividi:
0

Quali sono i Paesi con più immigrati?

I Paesi con più immigrati al mondo

In tutto il mondo sono 258 milioni le persone che hanno lasciato i loro Paesi di nascita (la popolazione mondiale ammonta a circa 7,5 miliardi), con un aumento del 49% rispetto al 2000, quando erano 173 milioni, e del 18% rispetto al 2010, quando se ne contavano 220 milioni. Due terzi di questi emigranti vive nel 2017 in appena venti Paesi. Continue Reading

Condividi:
0

Il mistero della Villa di Arcore. Luogo-simbolo del potere del Cavaliere

Berlusconi e la vera storia della Villa di Arcore

Quella che segue è la storia di un “delitto” perfetto. Così perfetto che alla fine si fatica ad individuare vittima e delitto. La procura di Milano se n’è occupata per un certo periodo, ma la faccenda non ha mai assunto lo spessore di un fascicolo giudiziario. Certo, una storia da raccontare. Ecco come Berlusconi se ne è impossessato. Continue Reading

Condividi:
2

I 10 Paesi più pacifici e tranquilli al mondo

paesi più pacifici al mondo

In verde scuro, quelli molto sicuri e pacifici, in rosso quelli più violenti o in guerra.

Quali sono i Paesi al mondo più sicuri da visitare, meno belligeranti e con minore violenza? La risposta è nei dati del Global Peace Index, una classifica delle nazioni in base a un criterio di “pacificità”. 

Il GPI, progetto dell’Istituto per l’Economia e la Pace (IEP), ogni anno analizza 162 nazioni e le ordina in base a quanto vivono in pace. Definisce una Nazione come “pacifica” se “non è coinvolta in conflitti sanguinosi con gli stati vicini o non è colpita da guerre interne”.

Più nel dettaglio l’IEP prende in esame 23 indicatori (violenza, criminalità, corruzione, conflitti sociali, importazioni di armi) suddivisi in tre categorie: sicurezza e tranquillità sociale, conflitti nazionali e internazionali, militarizzazione. Continue Reading

Condividi: