0

La leggenda del Pettirosso che ebbe pietà di Gesù

Gesù e il Pettirosso

Il pettirosso rappresenta con il suo canto la lode a Dio ed è anche visto come “l’uccelletto delle festività”.

Ed è proprio alla sua figura che è legata una leggenda di Pasqua che ha anche ispirato una poesia di Enrico Pea. Vi auguro, con questo racconto magico, una Pasqua di gioia, serenità e tanta luce a voi e ai vostri cari. Continue Reading


Condividi:
0

Buon primo giorno di scuola a tutti i bambini

primo giorno di scuola

Il primo giorno di scuola rappresenta per molti bambini l’inizio di un nuovo percorso di vita. Un momento che resterà per sempre impresso nella mente dei bambini e dei genitori.

Questa poesia la dedico a mia figlia che tra pochi giorni inizierà il suo primo anno scolastico. Ti auguro di entrare da quel portone portando con te tutto il tuo sorriso, il tuo entusiasmo, la tua fantasia ma soprattutto i tuoi “colori“. Mi auguro anche, che tu, e i tuoi compagni di classe, sarete migliori di noi. Vai piccola!

E a voi tutti, buon primo giorno di scuola, buona prima elementare, buona vita. Continue Reading

Condividi:
0

Domenica in Poesia: Fine estate

Fine estate

L’estate, che ci piaccia o no, è agli sgoccioli. Godiamoci questi ultimi giorni di sole, e per combattere quella tristezza che ci coglie a fine estate salutiamola in poesia.

L’Estate lentamente se ne va!
Il cielo si incipria sovente,
poi grosse nubi,
raffiche di vento,
il mare che purifica il suo ventre
con vomiti di bianca schiuma,
rabbiosi,
lasciandoli sul bagnasciùga. Continue Reading

Condividi:
1

Nasciamo senza portare

Nasciamo senza portare

Luca Russo, il 22enne di Bassano del Grappa, è uno dei tre italiani morti a Barcellona. Solo un mese prima dell’attentato in Spagna, scriveva su Facebook questo pensiero riguardo alla morte: un vero e proprio inno alla vita.

Oggi la consueta Poesia della domenica è dedica alle 14 vittime, alle 120 rimaste ferite e a tutte le persone di ogni nazionalità e colore che giornalmente rimangono coinvolte, innocentemente, in questa guerra senza senso.

Nasciamo senza portare
nulla, moriamo senza poter
portare nulla, ed in mezzo,
nell’eterno che si
ricongiunge nel breve
battito delle
ciglia, litighiamo per
possedere qualcosa.

N.Nur-ad-Din

Condividi: