0

Carburanti-accisa: In 3 anni +46% su gasolio e +29% su benzina

accise-benzina

“Aumentare l’accisa non può essere la soluzione a tutti i mali del Paese, dalla crisi libica all’IVA. Basta far cassa sui carburanti, abbiamo già dato: in nemmeno tre anni l’accisa è stata rialzata già 5 volte, arrivando ad aumentare di quasi il 46% sul gasolio, del 29% sulla benzina e del 17% sul gpl”.

Così, in una nota, Martino Landi – presidente di Faib-Confesercenti, il più grande sindacato di gestori carburanti d’Italia – commenta l’ipotesi di un nuovo ritocco, ovviamente verso l’alto, dell’accisa sui carburanti.

“Aumenti del genere danneggiano i consumatori, che si vedono costretti a tagliare sui rifornimenti, ma fanno male anche alle attività produttive e ai gestori degli impianti di rifornimento. Negli ultimi anni la vendita di carburanti è crollata del 30% sulla rete stradale ordinaria e del 50% su quella autostradale; ed i gestori, che incassano sempre e comunque solo 4 centesimi a litro, si trovano in una situazione paradossale: guadagnano di meno per il calo di vendite, ma incassano di più per l’aumento dei prezzi. Soldi che devono tutelare – con grandi rischi, come molte volte è purtroppo stato dimostrato dalla cronaca – per poi girarli a Stato e compagnie petrolifere. Non ci stiamo più: in Italia paghiamo già i carburanti più cari d’Europa”.

Tab. 1: gli aumenti dell’accisa, anno per anno

Benzina
AnnoPrezzoIvaAccisaPrezzo
Industrialeal   Consumo
20130,7250,3050,7281,759
20120,7600,3100,7171,787
20110,6980,2570,5831,538
20100,5730,2270,5641,364
Gasolio
20130,7620,2900,6171,669
20120,8040,2960,6061,706
20110,7400,2370,4421,419
20100,5900,2030,4231,216
GPL
20130,5390,1440,1470,830
20120,5330,1430,1470,823
20110,5100,1270,1250,763
20100,4260,1100,1250,661

Aumento del 29% per la benzina, per il gasolio 46% e il 17% per il gpl

Tab. 2: Riepilogo degli interventi sull’accisa dal 2011 e prezzi dei principali carburanti

•            da 0,0071 a 0,0055 euro per il finanziamento alla cultura nel 2011;
•            0,04 euro per far fronte all’arrivo di immigrati dopo la crisi libica del 2011;
•            0,0089 euro per far fronte all’alluvione che ha colpito la Liguria e la Toscana nel novembre 2011;
•            0,082 euro per il decreto “Salva Italia” nel dicembre 2011;
•            0,02 euro per far fronte ai terremoti dell’Emilia del 2012.
Si ricorda anche l’aumento dell’IVA dal 20 al 21% che viene calcolata anche sull’accisa.

Fonte: Elaborazioni Faib-Confesercenti

Condividi:

Claudio Rossi

“Ci sono uomini nel mondo che governano con l’inganno. Non si rendono conto della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono, gli inganni non funzionano più.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.