Barrette energetiche o energy drink? Meglio i pomodori freschi

Kagome-Co-distributori-automatici-pomodori

Invece delle consuete barrette energetiche ed energy drink, la giapponese Kagome Co. sta lanciando la vendita, in vista della Maratona di Tokyo in programma il 23 febbraio, di pomodori freschi ai maratoneti, mediante l’installazione di un inedito distributore automatico, collocato nel distretto di Chiyoda, a Tokyo.

L’azienda di Nagoya, che è uno dei maggiori produttori di bevande e prodotti a base di pomodoro, spera di richiamare l’attenzione sull’elevato valore nutrizionale dell’ortaggio, che ritiene potrà contribuire a ridurre la fatica dei corridori che sfrecciano attorno al Palazzo Imperiale.

“Dopo aver concluso lo jogging, consigliamo agli atleti un pomodoro per rimettersi in forze”, spiega un rappresentante della Kagome.

Il distributore resterà installato fino al 23 febbraio, giorno in cui si terrà l’edizione 2014 della Maratona di Tokyo. La macchina, di color rosso brillante, è stata installata presso l’Hanzomon Runners’ Satellite JOGLIS, è stata progettata pensando proprio al pomodoro e presenta un logo che dice “Tomato loading” (carico di pomodori, letteralmente). Ai distributori è possibile acquistare pomodori da 280 e 180 grammi, al prezzo rispettivamente di 400 e 300 yen l’uno (circa 2,88 e 2,16 euro). Per garantire la freschezza del prodotto, i pomodori vengono sostituiti ogni giorno. Secondo l’Associazione nipponica che riunisce i gestori di macchine automatiche, la Japan Automatic Merchandising Association, sono abbastanza ben diffusi i distributori automatici che offrono banane e mele, mentre sono rari quelli di pomodori freschi. Del resto, la strategia di business della Kagome è incoraggiare il consumo di pomodoro attraverso il connubio con lo sport. La società, che dal 2013 è sponsor della Maratona di Tokyo, prevede quest’anno, proprio grazie ai suoi impianti automatici, di distribuire agli atleti un quantitativo doppio di pomodori rispetto all’anno passato: 72.000 pezzi anziché 36.000.

L’idea dei “pomodorini snack” è molto interessante, da lanciare anche in Italia, altro che barrette, patatine e brioscine. Uno “spuntino sano” per tutti i bambini.

(Traduzione da ajw.asahi.com)


Condividi:

Ti potrebbe anche interessare:

This entry was posted in Salute e Alimentazione and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

About Claudio Rossi

“Ci sono uomini nel mondo che governano con l’inganno. Non si rendono conto della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono, gli inganni non funzionano più.” Google+